Ingredienti:

Un cosciotto di coniglio
100 grammi di cavolo nero
Uno spicchio di aglio
Mezzo peperoncino fresco
80 grammi di pecorino fresco pientino
Un mazzetto di salvia e rosmarino
Sale e pepe quanto basta
Cinque scalogni freschi
Un cucchiaio di zucchero
100 grammi di uvetta e pinoli
Mezzo bicchiere di marsala
Mezzo bicchiere di aceto balsamico
Procedimento:

Disossare un cosciotto di coniglio lasciandogli l'ossicino finale.

Batterlo e condirlo con sale, pepe, rosmarino e salvia tritati. Sbianchire gli scalogni in acqua salata nel frattempo prendere una padella, mettere burro, zucchero, l'uvetta e di pinoli e far caramellare; aggiungervi gli scalogni, regolare il sale e il pepe e far cuocere tutto a fiamma viva, per circa tre minuti, poi versarvi la marsala (possibilmente dolce) e l'aceto balsamico e far ridurre il tutto per circa 15 minuti a fiamma media.

Snervare il cavolo nero e lavarlo con abbondante acqua, scolarlo e sbollentarlo in acqua salata per circa 5 minuti.

Far rosolare uno spicchio di aglio ed il peperoncino con un cucchiaio di olio di oliva e far insaporire il cavolo. Farcire il cosciotto di coniglio con il cavolo saporito ed il pecorino fresco, cucirlo e cuocerlo in forno con olio di oliva, sale, pepe, uno spicchio di aglio ed un rametto di rosmarino fresco per circa 16 minuti a 185 gradi. Con le ossa del coniglio ottenere un succo e quindi una riduzione; disporre nel piatto di portata gli scalogni , scaloppare il coniglio, sistermarlo e salsarlo con la sua riduzione magari amalgamata con una nocina di burro per renderla più cremosa, decorare con un rametto di rosmarino fresco e servire ben caldo.